VINO & GASTRONOMIA ricette, vino, birra, ristoranti, distillati, chef, birrifici, appuntamenti, glossario in cucina, aziende vinicole …

Vino e Gastronomia: a cura di Andrea Sterpa 2010-2016. Il presente Blog è aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001. Qualora immagini, video o testi violassero eventuali diritti d'autore siete pregati di segnalarlo e verranno rimosse.

Ab InBev compra Birra del Borgo

(immagine da Gambero Rosso)

Mentre la birra si appresta a compiere i suoi primi 500 anni – la ricetta più simile a quella che conosciamo oggi è stata canonizzata il 23 aprile del 1516 in Baviera da Guglielmo IV con il celebre Editto della Purezza – dal mondo brassicolo italiano arriva una notizia shock. Protagonista è uno dei più celebri birrifici artigianali di casa nostra, Birra del Borgo, che Leonardo Di Vincenzo ha fondato ufficialmente nel 2005; proprio l’anno scorso, la realtà di Borgorose – apripista per tanti microbirrifici nazionali che oggi provano a ricalcare le sue orme – festeggiava in grande stile il suo decimo compleanno, forte di molti riconoscimenti internazionali e tante soddisfazioni imprenditoriali, che hanno accompagnato un cammino sempre in crescendo. E allora c’è da immaginarsi il polverone che solleverà la notizia anticipata dai siti di settore Cronache di Birra e Fermento Birra, che Leonardo Di Vincenzo in persona ci conferma telefonicamente: Ab InBev ha comprato Birra del Borgo. Nessun errore: è proprio il più grande gruppo birrario del mondo (dopo la recente fusione con Sab-Miller) a mettere le mani sul fiore all’occhiello del movimento brassicolo tricolore – che oggi produce (appena) 12mila hl di birra all’anno eppure è risultato appetibile per un colosso di matrice industriale – concretizzando un’acquisizione che segnerà la storia della birra artigianale italiana.

Obiettivi futuri: sperimentazione e crescita dei volumi

Fuoco alle polveri? Dal canto suo Di Vincenzo cerca di placare le acque: “È vero, InBev ha acquisito il 100% dell’azienda, ma per noi ci saranno ben pochi cambiamenti. L’attività del birrificio resterà completamente indipendente e per noi ci saranno tutti i vantaggi di una serenità economica che si fa sempre fatica a trovare”. Maggiore stabilità quindi, e la tranquillità per incrementare ricerca e sperimentazione in materia. Che, secondo Di Vincenzo, “è proprio l’aspetto più attraente per InBev, desiderosa di sviluppare un aspetto sperimentale difficilmente perseguibile su scala industriale”. Invece, negli impianti di Borgorose, recentemente ampliati, si continuerà a rispettare la filosofia Birra del Borgo, pur fissando un obiettivo di crescita importante (“ma in linea con i volumi di crescita degli ultimi anni, in modo sostenibile e senza eccessi”) da raggiungere nei prossimi 5 anni (si punta ai 50mila hl annui).

Diciamo che InBev ha tutto l’interesse ad acquisire una piccola realtà come la nostra, con buona marginalità di profitto (dal momento che non ci sarà riposizionamento di mercato e i prezzi resteranno quelli di sempre)” continua Di Vincenzo “e sfrutterà la possibilità di riportare le nostre conoscenze su ampia scala”. In casa Birra del Borgo invece i vantaggi potrebbero essere molti: l’opportunità di reperire più facilmente materie prime (“per esempio, ricordiamoci che oggi è sempre più difficile approvvigionarsi di luppoli americani”), la libertà di diversificare la produzione, intensificare le ricerche in anfora e botte già avviate, garantire l’ospitalità in birrificio. E cominciare a ipotizzare l’apertura di brew pub in giro per l’Italia e soprattutto nel mondo.

continua a leggere – a cura di Livia Montagnoli – Gambero Rosso >>>

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il aprile 23, 2016 da in Birra con tag , , , , , , .

Vino e Gastronomia

a cura di Andrea "AAndrew72" Sterpa 2010-2016.

Hanno collaborato

Alessandra Martini, Achille Bertola, Alessandra Sterpa, Elisa Canini, Marina Calicchia, Risorante Il Leoncino, Ristorante Un'altra Bottiglia, Mario Cerruti e tanti altri
Il presente Blog è aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001. Qualora immagini, video o testi violassero eventuali diritti d'autore siete pregati di segnalarlo e verranno rimosse.

Blog Stats

  • 69,861 hits
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: